Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Chiudendo questo banner, continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. 

Camera Penale di Perugia Fabio Dean

Fabio Dean

Fabio

 Prof. Avv. Fabio Dean

(Perugia, 04.01.1932 – 26.08.2011)

            Il Prof. Avv. Fabio Dean, raccogliendo le sollecitazione dei Colleghi del Foro, ha ricoperto la carica di Presidente della Camera Penale di Perugia, dall’ anno della sua fondazione e per più mandati , così contribuendo con passione ed incisività, all’accrescimento della cultura giuridica dell’avvocatura penalistica umbra.

            Si coglieva nel prof. Dean  - docente di diritto penale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Perugia -  l’amore e la passione che nutriva per la scienza giuridica, alla quale aveva dedicato le Sue ricerche dell’età giovanile, culminate in due fondamentali lavori: “Norma penale e territorio” del 1963 e “Il rapporto di mezzo a fine nel diritto penale” del 1967.

            Colpiva, in particolare, lo straordinario entusiasmo ed il rigore giuridico con il quale il prof. Dean  esercitava la professione di avvocato penalista, ed erano unanimemente apprezzata la sua capacità di cogliere l’essenza della fattispecie concreta, sapendone offrire una raffinata e persuasiva interpretazione giuridica in funzione dell’accertamento giudiziario.

            Il  prof. Dean viveva le sue impegnative giornate tra le aule di giustizia, l’Università, lo studio professionale di Roma e quello Perugia, ove si tratteneva sino a tardissima sera per ricevere i numerosi clienti, studiare complessi processi e suggerire preziosi consigli ai propri collaboratori;  tutto ciò sempre con la massima disponibilità e passione, mai disgiunte da un sano tocco di impareggiabile ironia.

            Numerosissime le difese che il prof. Dean ha svolto, in tutto il territorio nazionale, nel corso della sua prestigiosa carriera forense: è appena il caso di ricordare, negli anni ’70, la complessa vicenda giudiziaria di Gianni Nardi; ed ancora, negli anni ’80, la valente difesa del “Venerabile Maestro” della P2 e la controversa vicenda dello “scandalo petroli”; la c.d “Tangentopoli” degli anni ’90 ed il maxi processo “Wall Street” dinnanzi la Corte d’Assise di Milano; senza dimenticare la difesa di notissimi giocatori appartenenti alla storia del calcio italiano e di importanti società di Serie A ... e tanto altro ancora!

            Negli ultimi anni il Prof. Dean ha affrontato con grande serenità e dignità le limitazioni che la malattia gli ha imposto.

            Mutato di necessità il proprio stile di vita, Egli ha assicurato allo studio di Perugia una presenza costante e ricca di suggerimenti, recuperando il tempo per coltivare l’antica e mai sopita passione per la ricerca scientifica, fino a quel momento compressa dai ritmi vertiginosi della professione forense.

            Appartengono a questo periodo le tre edizioni (1998, 1999 e 2003) del volume sul “Diritto penale internazionale”, uno studio rimasto in incubazione per oltre un ventennio e che ha visto finalmente la luce proprio mentre le scienze penalistiche, allentati i vincoli della territorialità, si avviavano a misurarsi con i nuovi scenari legislativi imposti dalla progressiva globalizzazione degli ordinamenti giuridici.

            Al carissimo Prof. Fabio Dean va il più affettuoso ringraziamento per l’inestimabile patrimonio giuridico, professionale, umano e morale che ha trasmesso a tutti noi.